Ultima modifica: 8 Marzo 2010
Home > Newsletter > Aprile 07 > 10 – Che bravi a Lodi Vecchio …

10 – Che bravi a Lodi Vecchio …

di Luisa Bosi, Scuola primaria Ada Negri di Lodivecchio (LO)

La scuola primaria Ada Negri di Lodi Vecchio conquista il prestigioso primo premio “per il miglior uso delle nuove tecnologie” a livello europeo, grazie al sito http://www.europe4kids.it/, un sito in lingua inglese con un valore aggiunto: il rispetto dei requisiti individuati dalla Legge Stanca che ha sancito l’abbattimento delle barriere telematiche.

stralcio dell'home page del sito www.europe4kids.itIl sito è stato scelto tra gli oltre 500 siti web provenienti da tutti gli ordini di scuola di 30 nazioni dell’Unione Europea. Insieme al trofeo in cristallo è stata assegnata alla scuola la somma di 5000 euro.

Il Professore Derrick de Kerckhove, Direttore del programma McLuhan all’Università di Toronto e Presidente della Giuria ha detto:

“Si tratta di un sito ben fatto, che mostra profondità nei valori trasmessi per tutti i criteri, in particolar modo per quello relativo alla costruzione della comunità e alla sua rete di relazioni in quanto stimola la comunicazione tra diversi paesi europei e allo stesso tempo fornisce un contenuto accademico di qualità. La sua trasferibilità è tale che dovrebbe essere emulata da molte altre collaborazioni on line intereuropee nei prossimi anni.”

un momento della premiazioneI criteri applicati dalla giuria internazionale sono stati innovazione pedagogica; qualità tecnica; promozione dell’apprendimento attivo; contenuti; elementi che evidenziano il lavoro collaborativo tra scuole; trasferibilità Il lavoro svolto dalla scuola elementare Ada Negri ha conseguito ottime votazioni in tutte le categorie, in particolare per quello che riguarda il lavoro collaborativo tra scuole, in quanto un progetto di questo tipo incoraggia la comunicazione tra vari paesi europei senza mettere in secondo piano la qualità dei contenuti.

Il sito www.europe4kids.it è il prodotto della partecipazione della scuola di Lodi Vecchio al progetto Comenius, finanziato dalla Commissione europea. Il progetto è stato realizzato insieme a un gruppo di lavoro di cui fanno parte altre scuole europee: una scuola tedesca, una scuola rumena, una danese e quattro olandesi.

Il tema di fondo del progetto è stato l’acqua e ogni paese lo ha affrontato da una diversa angolazione: l’Olanda ha approfondito le problematiche del vivere al di sotto del livello del mare, la Germania ha trattato in maniera creativa il ciclo dell’acqua, la scuola di Lodi Vecchio ha affrontato gli aspetti ecologici e il problema ambientale, la Romania ha inteso l’acqua come risorsa. Infine, tutte le scuole partner hanno condotto una ricerca sulle proprie leggende tradizionali su questo tema, arrivando a produrre un libro intitolato “ Racconti europei di fate e d’acqua”.

I racconti sono presenti anche sul sito, insieme ai lavori svolti dagli studenti sul tema dell’acqua e ad una sezione dedicata a domande e risposte per conoscere meglio cultura e tradizioni dei paesi che hanno partecipato al progetto.

Un ringraziamento dovuto va a Porte Aperte sul Web, in particolare a Demetrio e ad Alberto. Di fondamentale importanza sono stati sia la formazione condotta in questi anni che i consigli arrivati quando ce n’era bisogno. Nel sito c’è tutto questo e se tutto questo è stato apprezzato dalla commissione giudicatrice allora, il 7 dicembre 2006, sul palco di Bruges, insieme a noi c’era anche “Porte Aperte sul Web”.




Link vai su