A zonzo col Della tra pinguini e podcast

A zonzo col della tra pinguini e podcast

  • Cosa: Seminario “A zonzo col Della tra pinguini e podcast” (programma pdf, 74 kb)
  • Dove: IIS Stein – via dei Gelsomini, 14 Gavirate (VA)
  • Quando: mercoledì 10 dicembre 2008
  • Perchè: perchè il seminario è di grande interesse, offre spunti didattici interessanti e sollecita un modo di fare scuola aperto a liberamente diffondibile in altre realtà. Perchè il seminario nasce da un’idea di Fabio Della Bordella, amico e guida per tante persone

Perchè, come dice il dirigente dello Stein: 

 “il convegno si propone di aprire nelle scuole una finestra su quelle iniziative (Podcasting, Open Source) che oggi si presentano come la punta più avanzata nella ricerca didattico educativa.
Con questa iniziativa si vogliono altresì fornire strumenti tecnici che possano consentire alle scuole di avviare una prima sperimentazione delle proposte didattiche.

Ecco alcune buone ragioni per partecipare a questo convegno.
E’ una proposta aperta, perché vuole offrire un momento di aggregazione, di confronto e di coordinamento per tutti coloro che “provando e riprovando” vorranno condividere le proprie esperienze.
Seria e concreta per il rinnovamento della scuola, perché nasce da chi nella scuola opera quotidianamente progettando e sperimentando percorsi formativi e crede che la formazione sia il migliore investimento che oggi si possa immaginare per il nostro futuro.
Sensata, perché nasce sul campo e presenta progetti ed esperienze realizzati.
Utile, perché aiuta i docenti a colmare lo scarto tra scuola e mondo giovanile.
Interessante, perché vuole andare oltre il solito trantran quotidiano della scuola, aprendo nuove sfide.
BELLA, perché ispirata da una bella persona come Fabio”

Gli studenti del Calvino continuano a pensare accessibile. E rivincono

stalcio dell'home page del sito Una speranza per la TerraCome due anni fa, come lo scorso anno gli studenti del Calvino di Rozzano pensano accessibile quando concorrono al premio Fausto Sartori, promosso dalla Camera di Commercio di Milano in collaborazione con l’Ufficio Scolastico di Milano

E come due anni fa, come lo scorso anno vincono. Quest’anno è primo premio con l’opera “Una speranza per la Terra“: complimenti “Orsetti gommosi“: siete stati davvero bravi ad unire approfondimento, idee, originalità e attenzione all’universalità della comunicazione!!!
Ho, poi, molto apprezzato lo stile narrativo: diretto, immediato, semplice, ma mai banale. Mi avete, inoltre, molto incuriosito disseminando tracce per cammini alternativi con una citazione, un’intervista, una divagazione: tanti inviti a pensare in una moltiplicità di approcci che aprono domande ed insinuano dubbi.

Credo che abbiate ragione a volere una vita migliore, anzi, come scrivete voi con coraggio un po’ anacronostico “una vita buona”. E’ quello che auguro a ciascuno di voi di Quinta B e ai vostri proff. Colavolpe e Paganini, instancabili seminatori di “vite buone”.

A Pavia idee per continuare

un momento dell'incontro di formazione a PaviaCon Pavia si chiude la tornata degli incontri con Dirigenti e webmaster, iniziata il 17 maggio a Lodi. Anche qui, perfettamente ospitati dall’Itis Cardano, abbiamo avuto modo di intrecciare buoni propositi, nuove idee, tecniche collaudate e ipotesi di collaborazione.

Sembra proprio che le nuove iniziative di Porte Aperte sul Web continuino a suscitare interesse. Sarà per la strada abilmente tracciata da Laura e Romano Oneda tre anni fa, sarà perchè tra gli sguardi di Maestro Renato e della sua giovane collega si leggeva quell’intesa che dà il senso della continuità, sarà per il fatto che docenti e Dirigenti sembravano condividere l’idea di uno spazio collaborativo e di crescita comune.

Sarà per questo e per tanto altro non detto, ma, una volta uscito e ripensando anche a Lodi e Varese, ho pensato che sarebbe un delitto lasciarsi sfuggire questo patrimonio di idee, di competenze e di disponibilità a mettersi in gioco.

A Varese a parlare di accessibilità con le scuole

un momento della Conferenza di Varese con Mazzetti, Sordi e NeriOggi, 22 maggio, a Varese c’era tanta gente. Più di cinquanta scuole della provincia hanno risposto all’invito del CSA di Varese per il rilancio delle iniziative dell’USR Lombardia sull’accessibilità dei siti scolastici.

Luisa Neri del CSA di Varese in un apprezzato intervento ha sottolineato l’importanza del lavoro di progettazione che costituisce la base per la costruzione di un sito scolastico di qualità, usabile, semplice da navigare, leggibile ed accessibile.

Poi, hanno preso la parola la prof.ssa Mazzetti, presidente della sezione di Varese dell’Istituto dei Ciechi, e il dott. Sordi, responsabile dell’area informatica dell’Istituto dei Ciechi di Milano. Tra esperienza vissuta, ausili, tecnologie assistive e programmi di sintesi vocale, si è così capito di più il senso dell’accessibilità: offrire a tutti il medesimo contenuto informativo in un contesto di inclusione e di valorizzazione delle differenze.

E’ un po’ come vorremmo fare con la comunità di Porte Aperte sul Web. Ma questo dipende da noi.

Buon Anno, Porte Aperte sul Web

copertina dell'agenda 2006 di Porte Aperte sul Web Tanti auguri alla comunità di Porte Aperte sul Web.

Penso che ci stiamo lasciando alle spalle un anno di grosse realizzazioni, segnato da importanti percorsi intrapresi insieme.

I quasi 50 corsi attivati con l’Associazione Matite nel Web; la fiorente mailing list con più di 200 iscritti e oltre un centinaio di messaggi al mese; la Giornata Aperta con i suoi frequentatissimi Workshop; le più di 100 scuole lombarde in cammino verso la piena accessiblità dei propri siti; il credito e la collaborazione di diversi esperti nazionali; l’apertura continua di blog curati nel codice e pensati per il mondo scolastico; la porta aperta da Mario verso l’impiego dei CMS; il Concorso sui siti scolastici con 120 scuole iscritte; il wiki con i materiali messi a disposizione di tutti in una logica collaborativa; l’orgoglio nel sapere di essere punto di riferimento per chiunque si interessi di comunicazione web nel mondo scolastico.

Ma più di tutto questo, mi piace ricordare il clima che attraversa il nostro gruppo, il cui segno distintivo è rappresentato dalla comune intenzione di condividere idee, proposte, dubbi e iniziative.

Ed è questo lo spirito che ha animato la redazione dell’Agenda 2006 di Porte Aperte sul Web. Un modo per fare incontrare indicazioni legislative e consigli operativi per scoprire valenze didattiche nei Requisiti Tecnici; citazioni autorevoli con sensazioni emerse dal nostro gruppo; indicazioni di scrittura per il web con le nostre realizzazioni concrete; il tecnico con l’umano. Un modo per raccontare un anno appassionante e coinvolgente.

Arrivederci al 2006.